Basta terrorismo mediatico: campagna affissioni a Belluno

Basta disinformazione Ponte nelle Alpi

Da alcuni giorni, in vari comuni del Bellunese, sono apparsi dei manifesti e una vela molto particolari, impossibili da non notare. Di norma tali spazi sono dedicati ad annunci e promozioni commerciali, ma in questo caso si tratta di qualcosa di diverso.
La scritta infatti che appare a caratteri cubitali è la seguente: “BASTA DISINFORMAZIONE. BASTA TERRORISMO MEDIATICO.”

Leggi tutto

Campagna #bastaterrorismomediatico

terrorismo mediatico

Oggi pomeriggio, sabato 6 Marzo 2021, davanti alle sedi di TV e giornali nazionali in diversi capoluoghi italiani, andranno in scena dei flashmob organizzati da NoBufale.it per dire “Basta alla disinformazione e al terrorismo mediatico“.

Le iniziative si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative vigenti. La nostra è una protesta pacifica, civile e democratica.

Leggi tutto

Basta disinformazione e terrorismo mediatico: partecipa alle iniziative in programma

terrosimo mediatico

Prosegue senza sosta il terrorismo psicologico da parte dei mass media italiani: si continua a dare incredibile risalto a notizie (spesso strumentalizzate e distorte) con il solo scopo di creare apprensione nei cittadini, giustificando così qualsiasi limitazione delle libertà fondamentali imposte dal governo. Allo stesso tempo si omette di raccontare qualsiasi fatto che possa rappresentare un miglioramento della situazione, nonché alternative efficaci a quelle imposte dalle istituzioni per affrontare l’emergenza sanitaria emersa nell’ultimo anno. Chiunque provi a portare all’attenzione punti di vista diversi dal pensiero unico delle autorità (anche attraverso testimonianze dirette, numeri alla mano e fatti concreti), viene schernito, isolato, radiato, censurato e bullizzato.

Tutto questo deve finire!

Leggi tutto

Il «New York Times» invita a non usare il pensiero critico per non cadere vittima della disinformazione on line

question mark 1872665 1920

“Non scendete nella tana del coniglio.

Il pensiero critico, come ci hanno insegnato a esercitarlo, non aiuta nella lotta contro la disinformazione”.

È questa la traduzione del titolo di un articolo pubblicato da «New York Times» a firma di Charlie Warzel.

Nel lungo editoriale viene citato il lavoro dell’accademico Michael Caulfield che invita il pubblico, per difendersi dalla disinformazione on line a smetterla «di pensare troppo a ciò che vedi online».

Leggi tutto

Fake news: quando sono reato? Gli aspetti legali della disinformazione sul web

fake 5205183 19201

Da anni si cerca di adottare un disegno di legge per normare il web per il problema della disinformazione e del cyberbullismo.

Sebbene non esista ancora una disciplina organica sulle bufale del web, esistono comunque aspetti legali e penali legati alla diffusione di bufale nel caso queste costituiscano un reato, come per esempio Diffamazione e Procurato allarme.

Non solo i creatori delle fake news ma anche chi condivide il messaggio può subire gravi conseguenze penali.

Vediamo quali sono i principali reati e gli illeciti che è possibile commettere creando e condividendo notizie false.

Leggi tutto