La bufala della reggia di Putin e la regia statunitense dietro l’oppositore russo Navalny

«Ora, non sarà più un segreto, sono io il proprietario. Era un immobile piuttosto delicato, c’erano molti creditori, sono riuscito a diventarne il proprietario. Il posto è stupendo.»

Con questa dichiarazione sul canale Mash di Telegram, l’imprenditore russo Arkady Rotenberg – comproprietario del gruppo Strojgazmontaž, la più grande società di costruzioni di gasdotti e linee elettriche in Russia – ha rivendicato la proprietà della reggia vicino alla località turistica di Gelendzhik sul Mar Nero, pubblicizzata nei giorni scorsi da un video inchiesta del blogger Alexey Navalny e accreditata a Putin.

Con queste parole si sbriciola l’ennesima bufala su Putin (come testimoniato su L’Antidiplomatico) che, nonostante tutto, continua a campeggiare su Repubblica e su tanti altri media italiani.

L’inchiesta aveva definito la reggia attribuita a Putin come «il palazzo più costoso del mondo» e aveva stimato che fosse costato 1,1 miliardi di euro e che fosse stato finanziato almeno in parte con fondi illeciti (vedi il video).

Leggi tutto

Putin è malato di Parkinson? L’ennesimo rumor sul leader russo smentito dal Cremlino

Le insinuazioni di The Sun

«Il presidente russo Vladimir Putin si prepara a lasciare il potere all’inizio del prossimo anno a causa di problemi di salute»

Lo scrive il tabloid britannico The Sun citando fonti moscovite, secondo le quali Putin sarebbe malato e avrebbe il morbo di Parkinson.

Lo stesso The Sun afferma che le speculazioni sul possibile ritiro sono cresciute in quanto il Presidente russo ha proposto dei disegni di legge per renderlo senatore a vita dopo le dimissioni.

La notizia, che ha fatto il giro del mondo ed è stata ripresa anche dai quotidiani nostrani, è stata però bollata come una “totale assurdità” dal portavoce del Cremlino Dmitri Peskov che ha aggiunto che Putin è in “perfetta salute” e non pensa “assolutamente” alle dimissioni.

Leggi tutto